La chiesa di San Marco sorge a Rossano e risale al IX-X secolo. Originariamente dedicata a sant’Anastasia, è il monumento più antico della città ed una delle architetture bizantine meglio conservate d’Italia. Fu costruito su iniziativa di san Nilo come luogo di ritiro ascetico per i monaci eremiti che vivevano negli antichi insediamenti rupestri sottostanti. Si tratta di un edificio in stile bizantino con pianta a croce greca, caratterizzato da cinque cupole a tamburo e dall’abside, che conserva inoltre tracce di un antico affresco della Madonna Odigitria. La chiesa possiede inoltre una pavimentazione a mosaico.